Olio su tela. Immagina di non aver mai visto il mondo esterno perché ti fa paura e di essere stato sempre con gli occhi chiusi ma ora la curiosità ha il sopravvento e decidi di aprirli, e all’inizio è tutto bello e affascinante e interessante ma poi inizi a vedere il male esistere e vuoi tornare indietro ma non puoi perché ormai hai visto troppo e le immagini non si cancellano e allora piangi e non c’è senso in questa vita che ti da e ti toglie e tu stai fermo, in attesa, e capisci che non importa perché guardare la sofferenza è la strada per crescere e imparare a vedere le cose positive. Ma è difficile, perché sempre prevale lo sconforto e il senso inappagato.